Le parrocchie

SAN MICHELE ARCANGELO
chiesa_quarto
E' la Chiesa parrocchiale di Quarto d'Altino, i cui lavori iniziati nel 1852 e ripresi nel 1904 furono terminati nel 1905. La facciata in mattoni rossi presenta sobrie linee neoclassiche. L'interno è ad aula unica con altare maggiore frontale, dietro al quale si trova l'organo costruito nel 1908 con più di 1180 canne. In fondo all'abside vi è un grande quadro che rappresenta la Vittoria di S. Michele Arcangelo sul demonio, donato da Papa Pio X. Interessanti anche gli affreschi che si trovano sui quattro altari laterali e che rappresentano dieci santi: S. Magno, S. Liberale, S. Isidoro contadino, S. Monica Vedova, S. Agnese, S. Eliodoro, S. Francesco di Sales, S. Margherita Alocoque, S. Teresina del Banbin Gesù, S. Biagio. Recentemente è stata collocata sopra la porta laterale destra una tela raffigurante il Sacro Cuore di Gesù, S. Caterina di Alessandrina e S. Domenico, che si ritiene appartenga alla scuola del Piazzetta o del pittore Nicola Grassi, dipinta tra la fine del '600 e l'inizio del '700.

Il campanile a struttura cilindrica è stato terminato nel 1956; il basamento è ricoperto di marmo bianco con incisi i nomi dei principali benefattori. Esso è visitabile all'interno percorrendo una scala a chiocciola che termina su un loggiato, dal quale si possono ammirare stupendi panorami. Sulla sommità del campanile si trova una statua girevole in acciaio raffigurante l'arcangelo Michele, opera dello scultore veneziano G. Romanelli.

SAN ELIODORO VESCOVO

chiesa_altino
E' la chiesa di Altino, che continua ad essere titolo vescovile. La vita di Altino, dopo secoli di silenzio, riprese verso il 1850 attorno alla villa padronale dei conti Bacchini, eredi dei Reali. Qui si trova tuttora la chiesa costruita in quegli anni e di proprietà dei conti, la quale servì alla poca gente del posto fino al 1961, quando fu eretto il nuovo complesso di ispirazione romanica su progetto dell'arch. Forlati, sul sito che si ritiene fosse il centro dell'antica città di Altino. La chiesa è collegata al museo tramite un porticato che si estende su tre lati e si apre a sud verso l'isola di Torcello.

SAN MAGNO VESCOVO

chiesa_sanmagno_portegrandi
Fu costruita tra il 1912 e il 1926, ed è la Chiesa parrocchiale di Portegrandi. Le sue linee architettoniche sono molto semplici con qualche motivo armonico. Caratteristica la facciata in marmo bianco con un mosaico raffigurante S. Magno che tiene in mano la chiesa di S. Maria Formosa di Venezia.
La chiesa è ad unica navata con pregevoli affreschi sia sul soffitto che sulla parete sinistra; l'asbide è dominato dal prezioso altare costruito con marmi provenienti dall'antica abbazia di Monastier e dal grande crocifisso ligneo.
Una tela che rappresenta la Sacra Famiglia è attribuita alla scuola del Padovanino. Sulla destra vi è una altro altare in pietra in stile veneto del secolo XVIII ora dedicato a S. Antonio. In un capitello vicino alla parrocchiale si venera la statua lignea della Madonna Nera la cui provenienza resta tuttora sconosciuta.

torna all'inizio del contenuto